Chi dice che Torino è una città morta e grigia, deve ricredersi. “Torino non è una città morta, nelle sue vene scorre vita che sa di moda.” Queste sono le parole di Elena Pignata, stilista torinese del marchio di abbigliamento Ombradifoglia nato nel 2006 con l’apertura del primo Atelier a Torino, dopo varie esperienze da parte della stilista come consulente e designer per molte ed importanti realtà italiane.  Elena Pignata è una nostra vecchia conoscenza, abbiamo infatti scritto di lei circa due anni fa, parlando della sua collezione Spring Summer 2014 (qui ).

Già in passato infatti abbiamo avuto il piacere di assistere a numerose sfilate e presentazioni di questo brand,  che nel corso degli anni hanno animato la moda torinese ed ora con il suo stile inconfondibile Elena Pignata ha segnato in modo indelebile la moda torinese . Dal 2012 infatti il marchio Ombradifoglia viene presentato alla Parigi Fashion Week e venduto nelle più importanti e prestigiose boutique nel mondo.

Elena Pignata con il suo marchio è diventata un interprete del nuovo concetto di vestibilita femminile, ideando sempre nuovi modi di costruzione della figura attraverso l’uso di materiali innovativi e di tessuti molto particolari e lussuosi dalle lavorazioni inedite. Per lei la moda è ricerca, virtù, grazia, è pathos e sentimento che si esprime nelle emozioni che le sue collezioni suscitano.

Gli abiti di Elena Pignata non amano una femminilità esplicita e provocante, bensì velata e allusiva della donna che sa esprimere se stessa attraverso ciò che indossa.

Le collezioni, nel corso dei dieci anni, sono spesso state ispirate a soggetti o temi coraggiosi e anticonformisti come Medea, donna feroce e al contempo vittima di intime pulsioni, Gustav Mesmer con la sua utopia di far volare l’uomo, Anja Plaschg musicista austriaca dalle tematiche fortemente introspettive, ma anche Robert Mapplethorpe, Virginia Woolf e molti altri temi e personaggi che nelle stagioni si sono susseguiti ispirando ogni volta un’ambientazione nuova ma al contempo fedele a quella che è l’immagine di donna che Elena Pignata ama vestire. Una donna forte, andro- chic, che sa osare ma non è mai ostentata, con una femminilità celata, mai sfacciata.

Elena Pignata è simbolo della moda torinese in tutta la sua bellezza e misteriosità e in occasione dei 10 anni dalla nascita del suo brand ha pensato di celebrare questo importante momento con un evento speciale e noi di Torino Fashion Bloggers non potevamo mancare. Il 21 novembre in occasione dei 10 anni del marchio Elena Pignata ha presentato al Teatro Regio di Torino una sfilata molto speciale alla quale abbiamo avuto l’onore ed il piacere di assistere.

I modelli presentati alla sfilata sono una selezione dei 100 capi più importanti e significativi realizzati negli anni dalla designer che ha impostato il suo lavoro su uno studio delle forme e delle linee capace di donare ai capi un eleganza e ed uno stile inconfondibile senza tempo. Per questa ragione, i modelli sono stati nuovamente confezionati, scegliendo materiali attuali e contemporanei, in grado di rispecchiare quella che oggi è la percezione di Elena Pignata, con le personali sperimentazioni sui colori, sulle forme e sui tessuti che fin dall’esordio hanno caratterizzato il suo percorso creativo. Nella scelta dei tessuti, sempre di qualità altissima, si va da quelli impalpabili alle lane combinate con materiali tecnici, rasi e sete lavate, leggere trasparenze accostate a materiali più pesanti, fantasie etniche impreziosite da intarsi lamè, protagonisti anche di questa capsule collection, con l’aggiunta di preziosi ricami, a rendere veramente unica questa selezione di capi. Al momento i capi che ho fotografato nelle foto sono in vendita presso l’atelier di Ombradifoglia in Via Catania  a Torino.

Surreale ed appassionante l’impostazione della sfilata. Immersi nella bellissima cornice del Teatro Regio, seduti comodamente nelle poltroncine rosse del teatro lo spettatore era avvolto dall’accogliente ed ampia stanza rossa e luminosa del Teatro. Accopagnati da un sottofondo musicale dal vivo fatto da due batterie, molto incalzante e dal sapore quasi etnico e tribale,  le modelle entravano dalle quinte del palco per risalire fino all’ultima poltrona in cima, avvolgendo lo spettatore in una visione continua, rendendo possibile così a noi spettatori la visione dell’intera collezione da tutti i punti di vista e per noi di Torino Fashion Bloggers seduti al centro della sala la visione dei capi in primo piano!




Ringraziamo Elena Pignata dell’invito e della bellissima esperienza! E per chi volesse avere una visione completa della sfilata ecco a voi il video a 360 gradi realizzato dal team di Ombradifoglia!


 

Chiara Girivetto

About Chiara Girivetto

Aspirante fashion designer e cool hunter, si definisce una persona creativa e curiosa. Alla costante ricerca di sè stessa e di una sua dimensione, ama perdersi tra immagini, fotografie e musica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *