Se si pensa alle feste, si pensa subito al cibo e a qualcosa di confortevole e gustoso. Il cibo delle feste, soprattutto in Piemonte, è legato in maniera molto forte al Natale con i suoi moltissimi piatti tipici. Le ricette sono ricche di ingredienti e molto gustose. Il Natale è anche il periodo perfetto dell’ inverno per gustare torte e biscotti accompagnati da un buon the, caffè o una tazza di latte caldo. E il Piemonte è patria di moltissime specialità dolciarie, primo fra tutti il tartufo al cioccolato… o ancora il torrone alle nocciole…ma anche il Panettone, che anche se Lombardo, è una specialità molto apprezzata da tutti i piemontesi.

In questo post,e poi prossimamente in quello successivo, troverete le ricette dei dolci più comuni delle feste, che potrete preparare con facilità a casa. I biscotti e i mini panettoni sono una idea deliziosa da regalare ai vostri parenti, alla nonna o alla vostra vicina di casa, non trovate?

Ho voluto dedicare una parte anche alla moda, perché anche se di buona forchetta siamo pur sempre fashion bloggers e fashion victim. Quindi perchè non dare anche qualche suggerimento di look per i vostri party alle nostre care lettrici? Oggi lo dedichiamo al Natale e agli affetti, ai dolci fatti in casa e al tempo passato in cucina a sperimentare…

L’OMINO DI PAN DI SPEZIE E UN COMPLETO ROSSO DI RED VALENTINO
biscotto di pan di zenzero omino pan di zenzero con latte , abito di red valentino

La ricetta di questi simpatici omini di marzapane o omino di pan di spezie detti Gingerbread nasce nel 15 esimo secolo in Inghilterra. Tradizione vuole,che era solito usarli per raffigurare certi ospiti importanti. Questo biscotto a forma di omino è ricco di spezie come lo zenzero. Per decorarlo si usa la melassa e sono un’ ottimo modo per passare un pomeriggio di festa con i vostri bimbi, essi si divertiranno sicuramente a decorare questi simpatici omini! Questi biscotti come vuole da tradizione inglese vanno lasciati la sera del 24 dicembre sotto l’albero insieme ad un bicchiere di latte in modo che quando passa Babbo Natale possa fare uno spuntino!

Potete decorare con un fiocco il vostro omino di pan di spezie per regalarlo ai vostri ospiti oppure servirlo come nella foto con un po’ di latte tiepido. La ricetta completa potete trovarla su uno dei mie food blog preferiti: CAVOLETTO DI BRUXELLS a questa pagina QUI

Come abbinamento ho scelto questi due look dalla nuova collezione autunno/ inverno di RED VALENTINO, la linea giovane di Valentino. Questi due look natalizi giocano sui toni del rosso, del bianco e del rosa e sprizzano l’occhio ad uno stile un po’ anni 70, da adolescente, sono giocosi,colorati e divertenti proprio come questa ricetta!.

I MINI PANETTONI E I COMPLETI LUCCICANTI DI H&Mmini panettoni ricetta natale

Il panettone è il dolce natalizio nato a Milano ma immancabile sulle tavole di tutti gli italiani, soprattuto noi Piemontesi. Gli ingredienti per preparare il panettone sono molto semplici, l’impasto è formato da farina, uova, latte, zucchero insaporiti da uvetta e canditi. Preparare il panettone in casa non è complesso ma richiede molto tempo perchè i tempi di preparazione e lievitazione sono molto lunghi. Le origini del panettone il cui il nome letteralmente deriva da Pan di Toni, sono diverse, il sito GIALLO ZAFFERANO racconta che il Messer Ughetto degli Atellani per conquistare la figlia del fornaio si fece assumere come garzone e per risollevare la bottega provò a impastare questo pane dolce che ebbe un grande successo. Un’altra leggenda vuole che durante un pranzo di Natale alla corte di Ludovico il Moro, il cuoco fece bruciare il dolce. Vista la disperazione del cuoco, uno sguattero della cucina, di nome Toni, propose di servire in tavola il pane dolce preparato da lui quella stessa mattina, il dolce fu portato in tavola e riscosse l’entusiasmo di tutti i commensali.

Qui vi propongo una ricetta un po’ diversa per creare dei mini panettoni, adatti per essere serviti a tutti i commensali o per un’originale idea regalo. Ecco QUI la ricetta del sito FINEDININGLOVERS.

Ho abbinato a questo classico dolce natalizio, due completi molto semplici, quasi due abiti da ufficio ma rivisitati in versione party: una camicia bianca  abbinata a dei pantaloni dorati con una piccola pochette nera e tacchi alti, sandali dorati abbinati ad una tuta nera in lurex molto anni 70. Tutto firmato H&M. Potete acquistarlo QUI.

IL TORRONE ALLE NOCCIOLE E LA SEMPLICITA’ DI PULL & BEAR
torrone con nocciole

Il torrone è un dolce piemontese con le origini più remote, si racconta che persino all’epoca romana veniva prodotto un dolce a base di miele e pinoli, l’antenato del torrone. Il torrone varia a seconda delle regioni. Con mandorle tostate oppure con pinoli e pistacchi oppure morbido aromatizzato al cioccolato e agli agrumi. Il Torrone piemontese si distingue da quello classico cremonese per l’utilizzo delle nocciole al posto delle mandorle. La modifica fu realizzata nel 1885 a Gallo d’Alba, ad opera del pasticcere Giuseppe Sebaste, che utilizzò le nocciole, abbondanti e poco costose nelle Langhe. Nel dolce vengono usati anche miele, zucchero e bianco d’uovo, impastati per una decina di ore. Il torrone non è semplice da preparare ma se volete cimentarvi in questo tipico dolce natalizio, sicuramente farete un figurone. La ricetta che ho scovato in rete è del food blog DISSAPORE, ecco il LINK.

Ho abbinato per una grande serata un abito in un tessuto lurex plissé argentato come questo di PULL & BEAR. Lo potete acquistare QUI.

TARTUFO Al CIOCCOLATO PER LA MORA, LA BIONDA E LA ROSSA tartufi misti cioccolato ricetta di Natale

I tartufi al cioccolato sono un dolce tipo della nostra regione perchè a base di cioccolato e alcune volte anche nocciole. I tartufi sono un dolce semplicissimo da preparare ma di grande effetto perchè piacciono sempre a tutti. Pochi sono gli ingredienti che servono: cioccolata fondente, cioccolata al latte e panna. Sono un dolce vizio uno tira l’altro! I tartufi possono essere anche un idea carina per un pensiero confezionati con cura o un semplice dolce per chiudere il pasto, accompagnati con il caffè.

Il sito di cucina FINDININGLOVERS ve li propone in tre versioni diverse o al fondente o al latte o al cioccolato bianco. La ricetta completa QUI.

Come i tartufi nero fondente, al latte e al cioccolato bianco anche le donne hanno gusti diversi in fatto di abiti come questi di H&M che potete acquistare online QUI.

IL VIN BRULE’ E IL CALDO ABBRACCIO DEL VELLUTOvin brulè ricette natalizie asos abito

Anti freddo per eccellenza, bevanda calda e dolce perfetta per scaldarsi la sera, in questi giorni di festa, ma perfetta anche da sorseggiare a fine pasto aspettando la mezzanotte… Il vin Brulè è una deliziosa bevanda aromatizzata di origini tedesche ed austriache,  preparata con una base di  vino rosso a cui vengono aggiunte spezie, agrumi e zucchero. Il vin brulé si prepara riscaldando vino rosso (nella versione tradizionale) o vino bianco, aggiungendo quindi zucchero a piacere e diverse spezie, di base cannella e chiodi di garofano. In alcuni casi vi si aggiungono facoltativamente delle scorze di limone, anice stellato, e/o qualche spicchio di mandarino.Le origini del Vin Brulè sono lontane e risalgono fino al medioevo e sono arrivate fino ai giorni nostri dove viene bevuto nei paesi dell’Europa centrale ed in Italia durante il periodo di Natale. Questa bevanda è tipica del Trentino Alto Adige e potete trovarla durante i mercatini di Natale! Il vin Brulè è anche un ottimo anti raffreddore ed è una delle mie bevande preferite!

Questa ricetta è realizzata da una ragazza torinese Marzia Alietta, food bloggers di COFFEEEMATTARELLO. Trovate la sua ricetta QUI.

Ho abbinato a questa ricettauna giacca con maniche a Kimono firmato Asos. I toni caldi e la consistenza del velluto lucida ed avvolgente mi ha ricordato i sapori e gli odori di questa calda bevanda.Potete acquistarlo online QUI

Vi aspetto al prossimo articolo con altre ricette natalizie!

Chiara Girivetto

About Chiara Girivetto

Aspirante fashion designer e cool hunter, si definisce una persona creativa e curiosa. Alla costante ricerca di sè stessa e di una sua dimensione, ama perdersi tra immagini, fotografie e musica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *