Un giorno le sapienti mani di Paola e gli occhi pieni di colore di Sefora si sono incontrati e dalla loro unione è nato il progetto POL.IN
Sefora Pons e Paola Paletto sono due artigiane dell arte, della creatività e sono le mani e le menti di questo giovane marchio di abbigliamento tutto made in Piemonte.

pol.in, designer emergenti, torino, moda selvatica, primavera estate 2016

Ho conosciuto Paola Paletto durante il mio percorso universitario allo IED di Torino, Paola infatti è stata l’artefice di una buona parte della mia tesi di laurea, la maestria e la capacità di far trasformare in 3D un disegno in due dimensioni è una delle più grandi magie della moda che non riuscirò mai comprendere.
Paola Paletto è proprio questo, una sarta nel senso creativo e nobile del termine. Un lavoro importante e oggi spesso dimenticato, che Paola ha sviluppato nel corso degli anni dopo studi specifici, dopo molta esperienza nell’atelier di Via Tessore a Pinerolo e attraverso l’insegnamento all’Istituto Europeo di Design.
Sefora Pons invece è un artista, un illustratrice,non  convenzionale cresciuta in un piccolo paese delle Alpi piemontesi in Provincia di Torino. Il rapporto con il suo luogo d’origine per Sefora è molto importante,la natura infatti si ritrova all’interno del suo lavoro.  Sefora trova ispirazioni dai suoi boschi, dalle foglie, dai fiori e dagli alberi.
Da questo connubio di menti e di stili, nasce il progetto POL.IN / Moda selvatica e stile spontaneo. La moda secondo Pol.In è spontanea, allegra e selvatica perchè il processo creativo di queste due stiliste è appunto “selvatico”, è quindi un marchio lontano dal concetto di moda, come la conosciamo noi, lontano da tutto ciò che è azienda, calcoli, tendenze, influecener e vips.
La moda selvatica è una moda di istinto fatta di scelte che arrivano da cuore e dalla passione per la terra che le circonda, uno stile dal gusto molto personale. Queste due stiliste, che chiameremo non casualmente artigiane hanno semplicemente realizzato quello che avrebbero voluto avere loro stesse nell’armadio.
paola paletto e sephora pol.in
pol.in, designer emergenti, torino, moda selvatica, primavera estate 2016
pol.in, designer emergenti, torino, moda selvatica, primavera estate 2016
Questi capi femminili ma anche maschili, nascono dal cuore e dalle passioni delle due artigiane miscelando mondi lontani come il design giapponese per le forme, lo stile e  la raffinatezza francese per i dettagli e la botanica e la natura montana per le stampe.
Gli abiti sono funzionali, composti da camicette in tessuti naturali, abiti comodi e dalle forme ampie, pantaloni svasati e magliette in cotone.
Una piccola produzione di abbigliamento dai tessuti puri e naturali, come il cotone ed il lino, forme semplici e minimali impreziosite da accorgimenti creative come un particolare taglio sartoriale che da volume al capo, un bottone e soprattutto dalle stampe litografiche, un simbolo ed un grande punto di forza del marchio.
Queste stampe, sono realizzate interamente a mano stampate su ogni pezzo rendendo il capo un’opera d’arte vicina ad una quadro. I motivi sono quelli ricorrenti della natura, come foglie stilizzate, fiori geometrici e linee decorative. Una matrice di gomma, ritagliata nelle forme desiderata, viene intinta nell’inchiostro ed è così che un disegno come una foglia si trasforma in un timbro. Piccole opere d’arte pensate per rendere particolare e diverso dal singolo ogni singolo abito.
I capi della collezione, sono unici non solo per le stampe ma anche perché sono realizzati interamente a mano,attraverso una forte componente sartoriale ed uno studio della forma umana proprio per sottolineare l’unicità di ognuno di noi.
pol.in, designer emergenti, torino, moda selvatica
pol.in, designer emergenti, torino, moda selvatica, primavera estate 2016
pol.in, designer emergenti, torino, moda selvatica, primavera estate 2016
pol.in moda selvatica
pol.in, designer emergenti, torino, moda selvatica, primavera estate 2016
pol.in, designer emergenti, torino, moda selvatica
pol.in, designer emergenti, torino, moda selvatica, primavera estate 2016
pol.in, designer emergenti, torino, moda selvatica, primavera estate 2016
La collezione primavera estate 2016 di POL.IN è un tributo all’arte colorata e gioiosa di Frida Kahlo,legata anch’essa al mondo della natura,non solo come natura vegetale ma umana, una donna forte e caparbia, simbolo di potere femminile e una grande fonte di ispirazione per le due artigiane.
La collezione estiva, ritratta nello studio del”artista Marco da Rold è un inno all’innovazione e  alla bellezza, dove le linee degli abiti si semplificano e le stampe si avvicinano ad uno stile scandinavo, senza però dimenticare la natura, le piante officinali e la dimensione famigliare e intima.
Una collezione dalle linee semplici ed immediate quasi nordiche ed interscambiabili, ed ecco che una foglia rende più femminile un’abito o un timbro di una balena una maglietta spiritosa per un bambino o delle righe personalizzano la camicia da uomo.
Le camicie Artemisia hanno un taglio essenziale e svasato, la canotta Arnica, è moderna ed elegante. Sambuco è l’abito chemisier dritto e sbarazzino, mentre ritorna, con lo stile marinaretto, la T-ShirtPilosella semplice e giocosa, per uomo, donna o bambino.
Una collezione dalle linee semplici ed immediate ed ecco che una foglia rende più femminile un’abito o un timbro di una balena una maglietta spiritosa per un bambino o delle righe personalizzano la camicia da uomo. Così un taschino diventa una casa, se osservato con lo sguardo giusto. Una foglia riporta ai boschi e alle piume degli uccelli. I fiori come cerchi a cui cambiare il cuore.
pol.in, designer emergenti, torino, moda selvatica, primavera estate 2016pol.in, designer emergenti, torino, moda selvatica, primavera estate 2016
pol.in, designer emergenti, torino, moda selvatica, primavera estate 2016
pol.in, designer emergenti, torino, moda selvatica, primavera estate 2016
I bottoni sono un dettaglio importante per POL.IN, che per questa collezione estiva ha interpretato in maniera diversa, i bottoni sono creati da zero e a mano attraverso una stampante 3d. Prima il disegno di carta, poi la trasposizione in digitale, in versione 3D. Infine l’invio in stampa.
Grazie alla collaborazione con lo studio Protech di Claudio Aimonetto, il disegno viene diviso in diversi livelli disposti in verticale. La testina della stampante parte e comincia lentamente a depositare strati fusi di Abs, la plastica dei mattoncini dei Lego. Passaggio dopo passaggio, si condensano le gocce e prendono forma i triangoli: i nuovi bottoni.Nascono così questi deliziosi e personalizzati micro bottoni, unendo innovazione, sartoria, arte e tecnologia.
pol.in, designer emergenti, torino, moda selvatica, primavera estate 2016 pol.in, designer emergenti, torino, moda selvatica, primavera estate 2016
pol.in, designer emergenti, torino, moda selvatica, primavera estate 2016 pol.in, designer emergenti, torino, moda selvatica, primavera estate 2016
pol.in, designer emergenti, torino, moda selvatica, primavera estate 2016
pol.in, designer emergenti, torino, moda selvatica, primavera estate 2016pol.in, designer emergenti, torino, moda selvatica, primavera estate 2016
pol.in, designer emergenti, torinopol.in moda selvatica

Una collezione dove natura e tecnologia, sartoria e arte, sincontrano in uno scambio continuo di ispirazioni e soluzioni.

Per informazioni e per sapere dove poter acquistare la collezione seguite la pagina fb oppure consultate il loro sito internet: http://www.polincouture.net

Chiara Girivetto

About Chiara Girivetto

Aspirante fashion designer e cool hunter, si definisce una persona creativa e curiosa. Alla costante ricerca di sè stessa e di una sua dimensione, ama perdersi tra immagini, fotografie e musica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *