Basta con le favole: no ai siliconi!

Sta facendo il giro del web, forse l’avete vista condivisa dai vostri amici su Facebook, è la lista dei 5 prodotti di bellezza da evitare. Le pubblicità ci raccontano favole da una vita: capelli splendenti, labbra da baciare, pelle da mordere ma..sarà davvero così?

I prodotti incriminati sono tutti accomunati da una caratteristica comune: contengono petrolati e siliconi.
Se non avete idea di quello di cui sto parlando, se vi vengono in mente solo tette rifatte, beh, vi consiglio un salto nel post di Eleonora: No per(d)INCI

In ogni post si fanno nomi di marchi, si punta il dito sulle multinazionali ma..possibile che nessuno suggerisca delle alternative? Pigre del web, sono io la vostra eroina di oggi! Proviamo a trovare dei prodotti più sani in sostituzione ai “malefici 5”.

siliconi, inci, labello, nivea

(altro…)

About Gemma Contini

Sarda di nascita ma torinese di adozione. Informatica amante del low cost. Portatrice sana di pazienza solo quando girovaga per negozi e mercatini. E’ fermamente convinta che il buongusto e il buonsenso possano salvare il mondo.

“Una città non è completa se non ha il suo hammam!”

Si racconta che la bella Sherazade, principessa protagonista de Le mille e una notte, fosse solita trascorrere le sue notti raccontando favole e storie di intrighi passionali al sultano indiano incapace di trovare sonno. Proprio dalle sue parole, riportate nel titolo di questo nuovo post della Beauty Week, si capisce l’importanza dell’hammam per ogni città che si rispetti.

bagno turco hammam domenico morelli quadro

L’hammam nacque, infatti, come complesso termale indispensabile per qualsiasi città araba: esso veniva e viene utilizzato dai musulmani per poter effettuare i diversi lavaggi necessari al fine di ottenere la cosiddetta purità rituale. Tuttavia, la funzionalità dell’hammam, o bagno turco, cominciò presto ad acquisire, soprattutto in ambito romano e bizantino, una precisa funzione sociale: divenne il luogo ideale per incontrarsi, chiacchierare, passare il tempo piacevolmente prendendosi cura del proprio corpo e conducendo in porto, anche, affari vantaggiosi.

(altro…)

About Elisa Raimondo

Architetta ossessionata dal perfezionismo e affetta da organizzazione compulsiva. La sua vita è un incastro di impegni e passioni: tra scout, India, canto e, ovviamente, moda, si ritrova sempre a correre per Torino. “5 minuti e arrivo!”

No per(d)INCI

L’INCI (International Nomenclature Cosmetics Ingredients) di certo non è più una novità.

Il linguaggio che serve a denominare gli ingredienti dei prodotti cosmetici però viene ben letto ed interpretato?

Ripassiamo qualche nozione di base e confermiamo o sfatiamo qualche mito.

Laboratory sign

(altro…)

About Eleonora Gavino

Chimica con la passione sfrenata per la profumeria e una predisposizione nefasta all’incontro di uomini da cestinare. Campionessa olimpica di polemica. Lei è bionda: qual è la vostra scusa?

TENDENZE BEAUTY

La nostra settimana beauty non poteva partire nel migliore dei modi con un splendido trucco anni 60 realizzato per me dalla Profumerie Rossi come vi ha illustrato Giulia nel precedente post. I trucchi tipici di vari periodi storici li conosciamo grazie a fotografie dell’epoca, film e anche grazie a molti stilisti che li hanno riproposti  nel corso della storia,  sulle passerelle. Il trucco anni 60, ideato da Twiggy e riproposto anni fa con il film Factory Girl o sulle passerelle di Prada e Moschino , il classico trucco anni 50 reso famoso soprattutto grazie alle immagini delle pin up o quello anni 20 dagli occhi marcati e dalle sopracciglia  e labbra sottili , riportato in auge grazie al film The Artist o Il Grande Gatsby.

Ma cosa ne sappiamo sulle tendenze beauty dei giorni nostri? Come sempre la moda è una ruota che gira e anche nel caso del make up  scoprirete molti richiami alla moda degli  anni 80, 70 e 50. Qua di seguito le principali tendenze trucco viste sulle ultime sfilate primavera estate 2014 e autunno inverno 2013. Tante idee per rimanere aggiornati, scoprire come ci truccheremo e perché no, provare fin da subito qualcosa di nuovo.

occhi di gatto make up tendenze trucco ss 2014

Focus sugli occhi. Le labbra sono lasciate al naturale e gli occhi sono risaltati al massimo, ma senza l’uso di sfumature e mille colori, ma con alcuni semplici tratti e attraverso l’eye-liner, come nel caso dei Cat Eyes o occhi di gatto. Con un eye-liner liquido tracciate una linea lunga oltre i vostri occhi per creare un effetto allungato, appunto da occhi di gatto, completate il tutto con un colore rosa o beige sulle labbra. Un trucco molto rock legato agli anni 80 e  al periodo della musica  “new romantic”  (The Cure, Boy George, Spandau Ballet) dove sia tra gli uomini, che le donne, si usava segnare molto gli occhi con un kajal o un eye-liner nero . Questa versione per i giorni nostri è stata ovviamente semplificata e resa molto elegante e chic.

(altro…)

Chiara Girivetto

About Chiara Girivetto

Aspirante fashion designer e cool hunter, si definisce una persona creativa e curiosa. Alla costante ricerca di sè stessa e di una sua dimensione, ama perdersi tra immagini, fotografie e musica.

L’agenda: la migliore amica di una donna.

E il parrucchiere, l’aperitivo con l’amica, quel maglioncino color senape che non posso non avere nell’armadio e la mostra che non voglio assolutamente perdere al Museo del Cinema di Torino. Ma anche “cose femminili”, memoria corta ed età che avanza. Insomma, un’agendina nella borsetta è un po’ come il prezzemolo nei piatti: sempre presente ed essenziale!

coffee-macbook-moleskine-favim-com-243718 (altro…)

About Emily Grosso

Emily lavora in una società finanziaria, ma passa le pause pranzo in giro per negozi. ll suo armadio segreto scoppia di borse, collane, creatività, voglia di scrivere e di urlare felicità.

Torino: il calendario dei mercati

mercatini torino

Avete già avuto le prove fotografiche delle interessanti scoperte che riserva il mercato di Porta Palazzo. (http://torinofashionbloggers.com/2013/11/23/le-vie-dello-shopping-sono-infinite/)

Ma Torino vi sorprenderà con tanti mercati, uno per ogni domenica uggiosa, per motivarvi ad abbandonare il tanto amato pigiama da weekend, scrollarvi di dosso la pigrizia per passare qualche ora tra vintagerie e chincaglierie di diverse epoche.

(altro…)

About Gemma Contini

Sarda di nascita ma torinese di adozione. Informatica amante del low cost. Portatrice sana di pazienza solo quando girovaga per negozi e mercatini. E’ fermamente convinta che il buongusto e il buonsenso possano salvare il mondo.