Si sono concluse da pochi mesi le sfilate uomo per la Primavera Estate 2016, e con esse anche il via vai di persone che hanno affollato la città di Milano, le quali, strette nei loro abiti appariscenti con in mano una moleskine e l’immancabile smart phone, erano cariche di aspettative e desiderose di impadronirsi di ogni piccolo dettaglio.

Alcuni si aggiravano con una reflex intorno al collo, speranzosi di immortalare l’uomo o la donna più stravaganti, altri invece, erano impettiti con in mano quel bramato cartoncino rettangolare che senza problemi gli avrebbe aperto le porte al meraviglioso spettacolo chiamato moda. Una cosa è certa, il desiderio di entrare e respirare l’atmosfera di una sfilata si percepiva negli occhi di tutti. Ed è così che iniziò il mio viaggio attraverso le sfilate di Dolce&Gabbana, Dsquared2 ed Etro.

men fashion week 2016

Le sfilate di Dolce&Gabbana sono senza dubbio fra le performance più attese. La passerella si riempie di tanti modelli che la attraversano con movimenti eleganti e sciolti. I due designer questa volta hanno deciso di stupire mixando la tradizione mediterranea made in Sicily con ispirazioni tratte dalla Cina. Quindi pavoni, draghi, uccelli tropicali, cavalli e pagode riempiono gli abiti che subito ci saltano all’occhio anche per i colori utilizzati quali il bordeaux, il celeste, il giallo, il blu fino ad arrivare al nero, al bianco e al rosso lacca.

Collezione creata per un uomo sicuro, elegante in una apparente semplicità e soprattutto che ama stare comodo. Se ti piace questo mood allora l’isola di Capri e Saint Tropez sono le tue mete per la prossima stagione estiva!

dolce e gabbana 2016Altro brand altra città. Dean e Dan Catten ci trasportano idealmente nelle spiagge dell’isola di Oahu, nelle Hawaii, meta indiscussa per chi ama surfare su onde alte 6 metri.

La collezione Dsquared2 descrive giovani rilassati e cool, immaginando surfisti nomadi, sempre in viaggio alla ricerca delle onde perfette in grado di appagarli. Colore, colore e ancora colore che sapientemente mixato a stratificazioni compongono un look comodo, di tendenza e assolutamente da uomo bello e impossibile.

Quindi lettori ci accontentiamo solo di un parka in tessuto idrorepellente oppure ci iscriviamo subito ad un corso per surfisti? In effetti l’estate del 2016 è ancora lontana e con un po’ di esercizio potremmo farcela. L’isola di Oahu ci sta aspettando!

dsquared2 2016

Sorseggiando un Cosmopolitan sulla spiaggia di Saint Tropez, cavalcando l’onda più alta nell’isola Hawaiana ci ritroviamo alla fine del nostro viaggio, in un luogo dalla meditazione assoluta dove calma e relax hanno la meglio. La collezione di Kean Etro mi riporta a Marrakech, in Marocco. Il designer propone abiti slim e lineari, eliminando il superfluo e giocando con colori color terra quali il pervinca, il beige, l’arancione e il cipria.

Viene proposto un uomo che ha raggiunto un benessere interiore, uomo come simbolo della vita, dell’unione con il proprio io. La classica stampa paisley, gli abbinamenti ton sur ton sono i veri protagonisti della sfilata insieme alla calma, alla tranquillità e alla pace dei sensi.

etro 2016Termina così il nostro viaggio, e adesso domando a voi cari lettori, qual è la vostra metà preferita per la prossima Primavera Estete 2016?

Federico Panarello

About Federico Panarello

Di professione architetto, Federico ama trascorrere le sue giornate sepolto fra libri di interior design e riviste che vanno dalla moda all'architettura. Ama girovagare fra le vie storiche delle città alla ricerca di piccoli particolari che possano attirare la sua attenzione. Sostenitore degli shopping mall, delle grandi metropoli e di tutto ciò che possa creare esperienze sensoriali ama perdersi in chiacchere sorseggiando un buon cappuccino. Se gli domandassero cosa vorresti essere, risponderebbe la sedia Tulip di Eero Saarinen.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *