Siamo donne dalle vite frenetiche. Sempre di corsa, sempre di fretta, sempre con i minuti contati ma non vogliamo rinunciare all’essere perfette o perlomeno a provare ad esserlo. Il bisogno di velocità però porta ad avere meno attenzione per i nostri degni alleati: i cosmetici. Contenitori chiusi male, trasporti paragonabili a una centrifuga a mille giri, luoghi precari in cui vengono riposti come fili di un funamboli  portano al disastro. Mascara e smalti prosciugati, ombretti e fard in mille pezzi, rossetti troncati e eyeliner dalle punte mozze.

Trucco in macchina e trucco in vespa

Ecco a voi la soluzione!

Fard/Ombretto. Inutile piangere sull’ombretto frantumato. Munitevi di una scatolina (ottime quelle di Sephora) o di piccolissimi barattoli (reperibili sempre da Sephora oppure usate quelli delle marmellatine mini ma fateli bollire per sterilizzarli.)

Disintegrate fino a polverizzare ciò che è rimasto del vostro prodotto e inseritelo nel recipiente prescelto. Ora aggiungere qualche goccia di alcol denaturato (la confezione più piccola in farmacia costa un paio di euro). Mescolate il tutto aiutandovi con un bastoncino, livellate e compattate il più possibile riponendo un po’ di carta da forno sul composto e facendo pressione con una moneta o con il fondo di un penarellone.  Fatto questo lasciate a evaporare per tutta la notte. Al mattino riavrete il vostro compatto compattatato. Lo dice anche Clio!

Non avete voglia di sbattimenti e poi chi lo voleva compatto? Frantumatelo in toto e mettetelo in un contenitore che sia pratico all’uso: ecco qui, da compatto a polvere. Semplice, banale ma non sempre ovvio.

In realtà quell’ombretto non vi piaceva nemmeno molto perché non vi valorizzava o perché non era abbastanza pigmentato da dare l’effetto che volevate? Comprate uno smalto trasparente, una base, unitevi la polvere e miscelate bene, bene, bene. Ecco per voi un nuovo smalto effetto mat.

polvere di ombretto e fard

Mascara. Succede fin troppo spesso che, se non tenuto perfettamente, si secchi più in fretta del previsto e non dia più l’effetto occhioni da cerbiatta che ci piace tanto e fa capitolare i maschietti.

Qual è la soluzione? Qualche goccia di collirio idratante e lubrificante (niente colliri con potere farmacologico!) o di soluzione salina per lenti a contatto. Acqua NO, non essendo sterile rischiereste di instillare e favorire la crescita di attività microbiche e quindi possibili congiuntiviti, pruriti, fastidi.

Tratto mascara

Smalto. Smalto secco o troppo pastoso, ecco un’altra piaga delle beauty, fashion e trend addict, ma che sto dicendo, dell’universo femminile in generale.

Il rimedio più banale è riscaldarlo a bagnomaria, provate: semplice ma efficace. Però non è che abbiamo sempre tempo di fare il bagnetto allo smalto no? Siamo donne impegnate! Quindi, diluente. Ah beh, vi direte, ha scoperto l’acqua calda, no dell’acqua calda abbiam parlato prima qui si parla di prodotto specifico. Si, non ci sono alternative, l’acetone ASSOLUTAMENTE NO rovina completamente lo smalto. Se proprio siete braccine corte usate qualche goccia di alcol denaturato (gocce eh se no diventa pittura per murales) ma meglio in assoluto il diluente.

smalto per unghie che colaEyeliner. Come per il mascara se il problema è la secchezza vale la regola del collirio e soluzione salina, ma se si rompe la punta? Lo sapevate che ogni eyeliner ha una doppia punta? Ebbene sì, svelato l’arcano! Quando la puntina diventa storta, rovinata e si rompe o semplicemente non scrive più basta estrarre la penna, magari aiutate da un paio di pinzette, e girarla.

Eyeliner punta

Rossetto. A chi non è mai capitato di decapitare il nuovo Rouge Allure di Chanel e dopo i primi segni di mancamento assumere l’espressione dell’urlo di Munch?! Niente paura, risolviamo anche questa!

Scaldate uno dei due pezzi del “cadavere”, più pratico quello rimasto nella confezione, con un phon (possibilmente con becco) o con un accendino senza avvicinarvi troppo. Una volta ammorbidito il rossetto attaccate l’altra metà in posizione verticale e cercate di scaldare un pochino anche per tutto il perimetro della saldatura. Ora, aiutate da un cottonfioc spalmate se ci sono delle piccole colature e riponete il frigo in posizione verticale per almeno mezza giornata/una nottata.

Se questa tecnica non avesse funzionato esiste una seconda opzione.

Rimuovete tutto il prodotto dallo stick e inseritelo in un contenitore con capienza adatta alla vostra quantità curandovi di non uscire dai bordi e immergete per metà a bagnomaria. Quando sarà tutto sciolto riponete di nuovo in frigo.

È un ottima soluzione anche per, recuperare i fondi dei rossetti o creare nuove colorazioni. (Allenamento per quando andremo a NY a farci il nostro rossetto su misura! 😉 )

Labbra e pezzi di rossetto

About Eleonora Gavino

Chimica con la passione sfrenata per la profumeria e una predisposizione nefasta all’incontro di uomini da cestinare. Campionessa olimpica di polemica. Lei è bionda: qual è la vostra scusa?

1Pingbacks & Trackbacks on SOS cosmetici da salvare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *