Ormai l’abbiamo scritto milioni di volte: Torino è proprio la città dei mercati. Porta Palazzo è il cuore pulsante dell’anima mercantile della nostra bellissima città, con il suo mercato giornaliero all’aperto e i suoi padiglioni al chiuso, con il Balon dedicato all’antiquariato e il Gran Balon. Tuttavia, da un mesetto a questa parte, è nato un nuovo punto di incontro, un nuovo mercato torinese che ci piace assai!

piazza XVIII Dicembre ex stazione di Porta Susa Mercato Metropolitano Torino

Si chiama Mercato Metropolitano e sorge proprio all’interno del vecchio edificio che ospitava l’ex stazione ferroviaria di Porta Susa. Si tratta di un caso di recupero urbano di una zona immensa totalmente abbandonata dopo la costruzione della struttura iper moderna che ospita l’attuale stazione, a pochi passi di distanza. Stiamo parlando di 2500 metri quadri finalmente destinati a qualcosa di utile per i cittadini e per la città stessa.

Mercato Metropolitano ex stazione Porta Susa vetrate

Mercato Metropolitano interno tavoli vetrate

tartare Mercato Metropolitano bottega Torino cane

L’idea, in realtà, nasce dalla nostra “vicina di banco” e “amica-nemica” Milano: la stessa esperienza è stata, infatti, portata avanti all’interno della vecchia stazione di Porta Genova. Lo stesso Andrea Rasca, imprenditore specializzato in “food diplomacy”, fautore del successo milanese ha deciso di puntare anche su Torino.

Il messaggio del Mercato Metropolitano è molto chiaro, a Torino come a Milano: “il buon cibo italiano non è un lusso”. E noi che, come ben sapete, amiamo mangiare non possiamo essere più d’accordo. Le parole chiave sono buono, artigianale, locale ma anche insolito. Per ora sono 15 le botteghe artigianali, aperte dalle 6.30 alle 22.30 (venerdì e sabato fino alle 24), per 600 posti a sedere ma, ben presto, diventeranno il doppio grazie al recupero di un’altra ala dell’ex stazione.

Mercato Metropolitano Torino salumi formaggi cibo

Mercato Metropolitano Torino raccolta differenziata sostenibilità

Mercato Metropolitano Torino pasticceria cibo italiano

Lo spazio è riservato agli artigiani della qualità culinaria che offriranno ai torinesi e ai turisti l’occasione di assaggiare il meglio del territorio piemontese. Ma non ci si focalizza solo sul buon cibo locale, questo insolito mercato offre anche la possibilità di assaggiare prodotti di qualità lontani dalle nostre tradizioni senza dimenticare di accompagnare il tutto con un ottimo vino italiano o una buona birra artigianale.

Mercato Metropolitano Torino cartelli stradali botteghe

Mercato Metropolitano Torino street food cartello

Mercato Metropolitano Torino cinese

Mercato Metropolitano Torino birra artigianale ape

E se non si ha tempo di fermarsi un attimo per concedersi un momento di relax assaggiando le diverse specialità proposte – e vi assicuro che c’è davvero l’imbarazzo della scelta, tra street food, tartare, cinese, siciliano, pizza e brasato – si può sempre fare un giro al Market per una spesa alternativa.

Mercato Metropolitano Torino market

 

Mercato Metropolitano Torino market

Mercato Metropolitano Torino market

Per ora l’accordo prevede 9 mesi di prova, poi si vedrà se continuare. E io, che amo profondamente i luoghi attorno a Piazza XVIII Dicembre, spero vivamente che l’esperimento diventi realtà quotidiana perché è davvero triste veder morire zone della città che solo qualche anno fa brulicavano di vita e che, se solo potessero, avrebbero grandi storie da raccontare.

Mercato Metropolitano Torino mappa botteghe cibo

Forza Mercato Metropolitano, noi Torino Fashion Bloggers siamo con te! Aiutateci anche voi a sostenere il nostro nuovo mercato, condividendo questo post.

 

About Elisa Raimondo

Architetta ossessionata dal perfezionismo e affetta da organizzazione compulsiva. La sua vita è un incastro di impegni e passioni: tra scout, India, canto e, ovviamente, moda, si ritrova sempre a correre per Torino. “5 minuti e arrivo!”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *