I ricordi dell’estate: brezza marina al tramonto, salino tra i capelli, piedi nella sabbia e un aperitivo tra le mani sono ormai lontani (beh tranne l’aperitivo tra le mani che per fortuna ci accompagna nelle 4 stagioni 😉 ) i colori della città si fanno autunnali, ma la bella stagione ci regala ancora tiepide giornate e sembra non volerci abbandonare.

Si sa che in autunno si presentano piccoli fastidi da cambio di stagione e come le foglie, anche i nostri capelli tendono a cadere. Meglio non stressarli con piastre e ferri, meglio continuare a sfruttare ciò che l’estate ci ha insegnato.
Trecce e beach waves si sono riconfermate protagoniste dell’estate, anche perché sono pratiche, facilmente realizzabili e donano un’aria sexy sbarazzina che si abbina perfettamente alla spensieratezza del periodo estivo che non vogliano abbandonare nemmeno nelle stagioni più rigide.

Fisht ail braid and classical braid

I capelli non sono freschi da shampoo appena fatto? In alternativa al solito salvavita chignon bun, raccogliamoli in una treccia. Mettere sulle lunghezze un olio riparatore, oltre al suo scopo, aiuta la creazione della treccia, classica o fishtail (molto semplice da realizzare). L’ideale, tutto l’anno ma soprattutto dopo che i capelli sono stati stressati da sole, salino, cloro e vento, è utilizzare prodotti specifici fortificanti e ristrutturanti come la linea Repair-me di Kevin Murphy.

La treccia è nostra alleata anche come strumento per creare le beach waves. Una volta terminato il lavaggio dei capelli basta dividere i capelli in due parti simmetriche, applicare una piccola noce di prodotto per definizione dei ricci e procedere alla realizzazione di due trecce “Mercoledì Addams style”.


A questo punto asciugare con il phon a getto caldo ma non troppo potente per evitare che le trecce subiscano l’effetto crespo. Una volta che i capelli saranno asciutti, per ottenere un risultato ottimale è bene tenere le trecce per 6/8 ore, per questo il momento ideale per questa operazione è prima di andare a dormire. Quando scioglierete le trecce, al risveglio dal vostro sonno di bellezza, basterà definire le onde con le dita per ottenere delle perfette beach waves.

Non ci credete? Provare per credere!

About Eleonora Gavino

Chimica con la passione sfrenata per la profumeria e una predisposizione nefasta all’incontro di uomini da cestinare. Campionessa olimpica di polemica. Lei è bionda: qual è la vostra scusa?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *