Dai a delle ragazze una giornata di shopping e loro si sentiranno le regine del mondo.

Dai a delle amiche due giornate di shopping e si sentiranno davvero felici.

Dai alle Tfb la possibilità di essere fotografate, trasportate in un grande Outlet e si sentiranno delle bimbe nel giorno di Natale.

Questo è il racconto di un we pieno di buste, risate, selfie e di messaggi “Ho speso troppo, ho dei seri problemi”

tfb, tfblovesvicolungo, thestyleoutlet, thestylepeople, le torino fashion bloggers goes to vicolungo

Non ci abbiamo pensato due volte quando abbiamo visto l’evento #TheStylePeople a Vicolungo, lo Style Outlet tra Novara e Vercelli. Dovevamo andare ed affogare dispiaceri, delusioni, stress o semplicemente festeggiare qualcosa di bello nello shopping. Per di più con grandi sconti, assieme a delle amiche, in un we nuvoloso e con a disposizione tanti negozi: un gioco da ragazze (non solo perchè siamo delle fashion bloggers!).

Le prime a provare l’esperienza sono state Serena, Chiara ed Emily che su un bus firmato Vicolungo già alle 10.00 del mattino erano con mappa alla mano per comprendere il giro più efficace da compiere, per non perdere neanche uno shop. Una volta compresi dove fossero i bagni (essenziali per girare Vicolungo senza un intoppo) e dopo aver conosciuto la bellissima e bravissima fotografa Nicoletta Reggio di Scent of Obsession, abbiamo iniziato il tour!

Tra una foto su twitter, una su Instagram e una su Facebook (siamo sempre fashion blogger, non vuoi dire al mondo dove sei e che stai facendo la cosa più bella del mondo?), in neanche due ore avevamo già 4 buste a testa! CRIMINALI! Così è successo anche domenica quando a svaligiare l’outlet e a vivere i 15 minuti di celebrità davanti all’obiettivo di Nicoletta sono arrivate Eleonora, Gemma, Elisa e Giulia! Dopo poco sul gruppo wa delle #Tfb (più caldo di quello con i rispettivi fidanzati o flirt del momento) arrivavano foto di buste di diverso tipo “come se non ci fosse un domani”.

Ce la siamo goduta e ci siamo divertite davvero tanto, non pensando al fatto che i papà ci avrebbero tirato i capelli per le strisciate di carte di credito o che la sorella o l’amica del cuore sarebbe stata gelosa del proprio shopping compulsivo. Non abbiamo pensato, per un paio di ore a quello che è “il fuori”: gli esami da preparare, le beghe al lavoro, le ingiustizie, le sofferenze in amore, la ricerca di un posto sicuro.

“Dovevo comprarmi un vestito e una giacca, ho comprato due giacche, due vestiti ed un paio di scarpe, io non sto bene!” E’ questa la nostra malattia peggiore, quella che non riusciamo a sconfiggere. Ma con le amiche è più facile superare la febbre dello shopping, in cui ognuna sfoga o nasconde quello “che non va”. Con le amiche è più semplice sentirsi libere di spendere soldi o di comprare una maglia che metterai una volta sola. Nessun veto, nessuna inibizione: solo la libertà di intingere i propri desideri con l’approvazione di qualcuna che ti capisce.

Per quelle ore siamo state Noi. Non eravamo le Torino Fashion Bloggers a Vicolungo: eravamo le amiche, quelle colleghe che grazie ad un bellissimo progetto sono diventate qualcosa di più, che potevamo finalmente godere di un momento tutto nostro, al di fuori delle nostre severe riunioni mensili per decidere come portare avanti le collaborazioni ed il nostro magazine.

Per quelle ore, sul pulmino, ci sembrava di essere in gita. Ci mancava solo Max Pezzali alla radio.

Grazie a Vicolungo, a Roberta dell’agenzia di Hub09 che ci ha invitate, a Nicoletta che ci ha reso fichissime nelle foto.

E grazie allo shopping, che rende le amiche delle criminali perfette!

picture_1

picture_2                                     picture_3picture_4

tfb, torinofashionbloggers,tfblovesvicolungo, thestylepeople,

tfb, torinofashionbloggers,tfblovesvicolungo, thestylepeople, tfb, torinofashionbloggers,tfblovesvicolungo, thestylepeople, DSC_0022DSC_0026

Per le foto si ringraziano Chiara Girivetto di The Fashion Suburbs e…tutti i cellulari supertecnologici delle #Tfb!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *