Francesca Diletta, in arte Elle Ignis, è il nome sotto cui si cela l’anima e la mente di questo giovane brand torinese. Elle Ignis nasce come unione delle parole Elle, lei in francese, e Ignis, dal latino fuoco interiore; un nome composto da due parti come una fusione dei suoi fondatori Francesca Diletta e Erik Castello, le due menti creative, giovanissime che, nel giro di qualche anno, hanno dato inizio a questo progetto di abbigliamento molto speciale e particolare.

elle ignis black in black

Francesca Diletta, fin da bambina, si innamora della moda e dei vestiti grazie alla nonna sarta che è stata la prima a trasmetterle la passione per il cucito e per i tessuti. Crescendo, dopo gli studi universitari, Francesca ha realizzato che questo suo amore per il disegno e la realizzazione di abiti non l’avrebbe mai abbandonata e che non sarebbe potuta restare solo un semplice hobby. Grazie alla guida della sarta Cristiana Righetti che le ha insegnato le basi della sartoria e del cucito, nel gennaio 2014 decide di fondare il brand Elle Ignis insieme al suo migliore amico, Erik Castello, che all’epoca studiava pubblicità. Insieme hanno realizzato questo brand pensando a un’idea e a un concetto di marchio che potesse rappresentarli pienamente e che fosse una rappresentazione del loro percorso interiore.

E’ proprio da qui che parte il concetto e l’essenza del brand. Una nuova visione della moda e dell’abbigliamento legata all’anima: l’abito non è più un semplice involucro ma una scelta consapevole, l’abito diventa espressione dell’anima.

elle ignéselle ignis.+,francesca diletta ed erik castelloElle Ignis nasce dalla necessità di raccontare il presente attraverso la moda, in tutte le sue sfumature. I mutevoli stereotipi crollano e nasce una nuova visone dell’abbigliamento dove l’abito è espressione dell’anima, un’estensione del proprio sé che non si indossa ma si vive, che si materializza in capi unici, realizzati interamente a mano. Abiti, quindi, non solo pensati ma realizzati dalle sapienti mani di Francesca Diletta che in questo modo carica l’oggetto stesso di energia creativa e passione. Ogni linea è un concept e parla del mondo che ci circonda e dei mutamenti che si stanno creando dentro di noi.

elle ignis

La prima capsule collection che vi presentiamo è stata proprio realizzata partendo da questa idea ed è intitolata Black in Black. Una collezione dall’animo oscuro, non un’oscurità buia e minacciosa ma l’oscurità vista come forma di ricerca interiore. Il nero è, infatti, il protagonista assoluto della collezione. E’ stato scelto il nero non tanto per un amore verso un certo stile dark, ma perché il nero racchiude in sé tutti i colori, il nero è il colore dell’universo da cui può nascere tutto.

elle ignis black in black

Questa capsule collection è composta da sette abiti neri con inserti di ecopelle e borchie, realizzati interamente a mano. Sette abiti perché Elle Ignis è un brand che nasconde molti riferimenti esoterici: il sette, infatti, è il numero alchemico del destino, rappresenta il percorso della vita e la realizzazione della nostra natura profonda. I sette abiti proposti della collezione sono ognuno una rivisitazione di un particolare decennio del ‘900 facilmente individuabile dal taglio dell’abito. Ogni abito rappresenta anche una donna e un particolare tipo di femminilità; ecco che ritorna il concetto di personalizzazione ed interiorità del brand. Per ogni decennio scelto i due designer hanno voluto estrapolare un evento di particolare importanza per rappresentarlo in chiave spirituale ed esoterica, affrontando argomenti come la VOLONTÀ (thélema), il PRESENTE (qui e ora), la capacità di vedere il mondo come il proprio SPECCHIO e altri che potrete vedere nelle immagini successive.

Ogni abito ha un suo nome e un suo sigillo: insieme formano un “grimorio” di Elle Ignis. Ogni abito può essere contemplato attraverso questi bellissimi scatti ma anche vissuto grazie a un video emozionale.

INERTIAelle ignis, inertia elle ignis, inertia elle ignis, inertia

Ombre circondano chi teme il giorno seguente, l’oscurità dei pensieri trattiene i vivi nel sonno della paura, ma chi con fermezza reclama il presente attraversa le porte dell’immortalità.
Le sue linee si ispirano ai tagli classici degli anni ’40, gli inserti sulla gonna e cintura sono in ecopelle così come le spalline sulle quali le borchie ricreano una texture in armonia con le curve dell’abito in cotone.
 DESIA
elle ignis,desia elle ignis,desia
Solo chi con amore desidera conoscere può sondare l’universo che il proprio cuore contiene.
Ispirato agli anni ’50 si compone di un corpetto in ecopelle con scollo a cuore, ornato da piccole borchie che arricchiscono il décolleté, impreziosito dallo chiffon su cui sono applicate delle spalline anch’esse in ecopelle. L’abito termina con un ampia gonna a ruota, in cotone, tipica della metà del novecento.

AMNESIAelle ignis, amnesia elle ignis, amnesia

Un’invisibile Amnesia coglie chi non riconosce il proprio riflesso nello specchio del mondo. Un perpetuo scontrarsi con se stesso spinge l’uomo all’immobilità. Ma chi con volontà si desta dal sonno, d’un tratto scorge la via e sa come disciogliere l’ostacolo per proseguire il cammino.
Amnesia, ispirato agli anni ’80 è un abito corto con gonna a ruota in fresco di lana. Le sue particolarità sono i profondi scolli sul seno e sulla schiena, ornati da un bordino di ecopelle intarsiato da borchie che si congiungono alla baschina sempre in  ecopelle, che segna il punto vita.
VISIAelle ignés,visia elle ignés,visia elle ignés,visia
Il viaggiatore addormentandosi, vaga nella foresta del proprio inconscio, confuso dalla propria mente, finché con volontà percorre il sentiero del risveglio, riscoprendo una nuova dimensione di sé.
Ispirato agli anni ’70, Visia è un abito in seta dalle linee morbide. Le borchie che si irradiano sull’ampio collare in ecopelle ne completano la particolarità.
AVELIA
elle ignis,avelia elle ignis,avelia elle ignis,avelia
Ciò che prima divampa, poi si dissolve, l’energia che porta all’eccesso, d’un tratto scompare, nell’infinito dualismo che l’ego crea.
Avelia si presenta come un abito in seta dalla linee morbide, con una gonna a vita bassa, la cui attaccatura è accentuata da una fascia di ecopelle; la gonna, in chiffon, continua fino ai piedi con due spacchi laterali. Il girocollo in ecopelle è ornato dalle borchie che ne compongono il punto luce. Un’ulteriore particolarità è data dal profondo scollo sulla schiena anch’esso arricchito di borchie.

ALEAelle ignis-alea elle ignis-alea

Il cambiamento comporta la volontà di abbandonare le proprie certezze per scoprire cosa si è disposti a rischiare pur di avanzare nel proprio cammino.
Ispirato agli anni ’60, Alea è un abito corto e lineare con spalline in ecopelle borchiate; sul retro troviamo una zip in acciaio che divide a metà l’abito, mentre gli inserti in ecopelle sui lati formano una ricercata geometria simmetrica.

ABSENTIAElle Ignis- absentia Elle Ignis- absentia

In assenza di tensione la volontà permette all’uomo vigile di riaccendere luce sul proprio cammino. L’oscurità attende chi non scorge l’energia che arde in se stesso.

I tratti tipici e l’eleganza degli anni ’70 disegnano quest’abito composto da una lunga gonna, aperta da uno spacco a sipario e chiusa in vita da un corpetto in ecopelle. Le borchie discendono a diffusione sul décolleté, con scollo all’americana, creando il punto luce dell’abito.

Black in Black è un sogno visionario oltre il tempo e lo spazio;  il nero come manifestazione dell’essere puro e semplice.

Black in black rappresenta la nostra visione del tempo e dello spazio, un piano in cui muoversi e generare, di volta in volta, la nostra realtà. Non c’è più il passato a seguirci ma esiste solo il presente e la nostra piccola divina volontà.

elle ignis black in black

Elle Ignis ha potuto contare di molte collaborazioni con giovani talenti emergenti torinesi tra cui: Marco Balzano (grafico) che ha seguito l’artwork del brand, Raoul Dalboni e Irene Gittarelli (fotografi e videomaker) che hanno seguito gli shooting e i video, Mattia Veronese e Davide Giovara (musicisti) che hanno realizzato le musiche dei singoli video, realizzati per ogni abito.

Per info potete contattare direttamente Francesca Diletta Squassabia o Erik Castello via mail: elleignis@gmail.com.

Chiara Girivetto

About Chiara Girivetto

Aspirante fashion designer e cool hunter, si definisce una persona creativa e curiosa. Alla costante ricerca di sè stessa e di una sua dimensione, ama perdersi tra immagini, fotografie e musica.

2 Comments on Il nero puro e semplice di Elle Ignis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *