Che siate DOC(G) o d’adozione, c’è o ci sarà presto un po’ di torinese imbruttito in tutti voi.

Non importa in che “razza” di torinese vi identifichiate, alcune esclamazioni sono degli evergreen e se non fanno già parte del vostro dizionario quotidiano lo diventeranno! Ed ecco, in ascesa, le 10 perle de “Il Torinese Imbruttito“.

Torinese Imbruttito Top10

10. 

Torinese Imbruttito esclamazioni

Ecco il miglior modo per cambiare discorso del torinese. Per tirarsi fuori da situazioni e argomenti che non gli sono congeniali o banalmente spegnere una conversazione che trova inutile e/o poco interessante. Se poi il “no ma comunque…” non risulta abbastanza efficace passerà a qualcosa di più forte.

9.

Torinese Imbruttito esclamazioni

Il “mi” viene completamente omesso, non c’è tempo di puntualizzare, bisogna lasciare spazio al concetto essenziale:  “C***o dici!” “Stai zitto!”

8.

Torinese Imbruttito esclamazioni

È l’equivalente del “tra 5 minuti arrivo” del mondo intero. In realtà si è ancora a casa e magari in pigiama. Il torinese non sarà mai in ritardo, sarà per strada. Per mille motivi, ma generalmente la colpa è del traffico assurdo e del fatto che.. continuate a leggere! 😉

7.Torinese Imbruttito esclamazioni

..li becca tutti lui! La vecchietta con i fondi di bottiglia al posto degli occhiali e che non arriva al volante, peggio di Mister Magoo, il neo patentato, quello “di fuori”. Senza contare la versione inerente la famigerata onda rossa. No, non si parla di invasioni politiche sinistrorse o di gruppi di donne con il ciclo, ma della serie dei semafori che si susseguono, TUTTI rossi, lungo i corsi torinesi! Peggio della maledizione di Tutankhamon.

6.Torinese Imbruttito esclamazioni

Tra le tipologie di quelli che si becca il torinese c’è il ligio alle regole stradali. Il torinese imbruttito non è che non le rispetti, le reinterpreta. Il verde significa andare dritti e sicuri, non serve frenare, è verde, lui è il padrone incontrastato dell’asfalto. Giallo vale a dire frenare, andare con cautela, però se nessuno accenna a muoversi, nell’incrocio, accelera e supera il semaforo prima che diventi rosso. Il famoso rosso, in realtà, per il torinese significa dai la precedenza, ma se la strada è libera vai!

5. Torinese Imbruttito esclamazioni

Non c’è bisogno di essere veri nocciolini per fare propria questa esclamazione! Appena scatta il verde del semaforo più lungo della terra, quando chi sta facendo la manovra per parcheggiare ci mette un’eternità, quando c’è chi il parcheggio lo cerca o quando si vede che la macchina davanti non è del luogo dato lo sfoggio del navigatore in pieno vetro anteriore non resta che dire: “Bùgia!” Quasi un’imprecazione.

4.Torinese Imbruttito esclamazioni

Quella che a un comune mortale apparirebbe come una semplice domanda cordiale per il torinese assume una valenza retorica. La risposta infatti non c’è o al massimo è MAI.  Quasi paragonabile al “Ciao, come stai?” che si aspetta solo un “Bene, bene, grazie e tu?” (di nuovo retorico) come risposta. Una specie di formalità, mica un interesse reale! Naaa!

3.

Torinese Imbruttito esclamazioni

Il rafforzativo per eccellenza a ovvietà, certezze, riti intramontabili. “Fine serata da Gianca di fisso.” “Per l’immacolata andiamo in montagna di fisso.” “Di fisso domenica coma fino alle 2!”  (Di fisso questo post attirerà polemiche, ma qui si fa per ridere, non si capisce?)

2. Torinese Imbruttito esclamazioni

“Sono due ore (in realtà sono 10 minuti) che sto cercando parcheggio: sto sclerando!” Diciamo che il torinese non è tipo da lunghe attese, si agita.  “Oh, mi stanno facendo fare la coda per entrare nel locale taldeitali: sto sclerando!” (Il torinese non fa code!) “Vabbé ma dimmi ‘sta cosa che sto sclerando!”

1.Torinese Imbruttito esclamazioni

Più che evergreen, in questo caso, potremmo coniare l’evergrey (in tempi in cui tira più un cinquanta sfumature di grigio che un carro di buoi). Mai questa esclamazione fu più usata che negli ultimi tempi. Temporali improvvisi che monsoni asiatici spostatevi proprio. Il torinese non dice “piove” se la prende direttamente con il cielo o con esseri superiori parlando alla seconda persona singolare: “Falle due gocce!” Dopo un’estate così il torinese ha rivisto la citazione de Il Corvo: “non può piovere per sempre.” Sperem! 

 

La top 10 non vi è bastata? Fatevi una cultura delle migliori citazioni de Il Torinese Imbruttito sulla sua pagina Facebook.

[Questo post, come i precedenti sul tema, vuole essere volutamente: dissacrante, ironico, simpaticamente critico. Se non lo si legge con questo spirito… next!]

 

About Eleonora Gavino

Chimica con la passione sfrenata per la profumeria e una predisposizione nefasta all’incontro di uomini da cestinare. Campionessa olimpica di polemica. Lei è bionda: qual è la vostra scusa?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *