È  ora di sfatare il mito della città bella, ricca e cara!
Avete mai pensato a quante cose gratuite offre la città di Torino? Noi cominciamo col suggerirvene 10 ma… sarebbero molte di più

le 10 cose gratis da fare a Torino

  1. Villa della regina: Una villa seicentesca svetta sulle colline torinesi. Preceduta dal vigneto reale della famiglia Savoia (da cui tutt’oggi viene prodotto un vino doc), la villa fu abbandonata per anni per poi tornare a splendere ottenendo il riconoscimento da parte dell’Unesco come Patrimonio mondiale dell’umanità. Un gioiello così è, a sorpresa, visitabile gratuitamente! (photo credits: amicidivilladellaregina)villa della regina visitare gratis torino fashion bloggers
  2. I murales di Millo: Un museo a cielo aperto vi attende nel quartiere popolare di Barriera di Milano. Allo street artist Francesco Giorgino in arte Millo, l’arduo compito di raccontare il conflittuale rapporto dell’uomo con la città tramite i 13 enormi murales in bianco e nero che abbelliscono intere facciate degli edifici. E così i bambini diventano i re della città, quella stessa che costruiscono come di Lego impilati uno sull’altro. (photo credits: millotheblog.tumblr)millo barriera di milano murales visitare gratis torino fashion bloggers
  3. Borgo Medievale: All’interno del Parco del Valentino, attraversato il magico Giardino Roccioso, si apre come un portale nel passato. Passato il ponte levatoio, vi ritroverete catapultati nel medioevo, in un suggestivo viaggio nel tempo tra case, botteghe e fontane dell’epoca. Non fatevi ingannare dalle mura merlate, si tratta di una fedelissima riproduzione del 1884!borgo medievale visitare gratis torino fashion bloggers
  4. Villaggio Leumann: Un villaggio operaio sorge a Collegno, alle porte di Torino. Costruito alla fine dell’Ottocento per volere dell’imprenditore Napoleone Lumann, ora sembra uno scenario da videogioco punta e clicca, in cui esplorare casolari che sembrano essere stati abbandonati in fretta e furia dai suoi abitanti. Osservatevi intorno, fotografate ogni dettaglio ma ricordatevi che alcuni edifici sono ancora abitati. Insomma, ficcanasate con moderazione! E se siete curiosi di conoscere ogni dettaglio di questo posto magico, prenotate una visita guidata e il villaggio non avrà più alcun segreto per voi.villaggio leumann visitare gratis torino fashion bloggers
  5. Tour dell’orrore di Dario Argento: Il regista dell’horror ha definito Torino come la sua città d’adozione. Forse è proprio per questo motivo che ha scelto di ambientare qui nella città sabauda alcuni dei suoi film. Se siete amanti del genere non potete dunque tirarvi indietro davanti al tour delle location predilette dal regista. Villa scott e piazza CLN (Profondo Rosso), la Galleria San Federico e Piazza Vittorio (Giallo), piazza Emanuele Filiberto (La terza madre), Casa dell’Obelisco (Gatto a nove code)suzuki Vitara visitare gratis torino fashion bloggers
  6. Palazzo Carignano: Un mastodontico palazzo di mattoni in stile Barocco recante la scritta “Qui nacque Vittorio Emanuele II” è solo lo scrigno di un tesoro fatto di sale affrescate, armi, dipinti, decorazioni e gli elementi tipici dello stile barocco. All’interno è possibile inoltre ammirare la Camera dei deputati del Parlamento Subalpino, un vero e proprio gioiello storico. (photo credits: Zaffiro&Acciaio: Marco Ferrari)palazzo carignano visitare torino gratis
  7. La fetta di polenta: Sembrerebbe un invito alla degustazione del tipico piatto settentrionale e invece, stiamo parlando di un palazzo. Storico edificio del quartiere Vanchiglia, noto anche come Casa Scaccabarozzi, dal cognome della moglie dell’architetto, è un edificio di colore giallo e di forma trapezoidale in cui uno dei prospetti laterali misura 54cm. Per dimostrare la stabilità dell’edificio, l’architetto si trasferì in questo singolare palazzo e lì visse per qualche anno con la moglie. E voi, ci sareste mai andati ad abitare? Purtroppo da qualche mese a questa parte non è più visitabile all’interno, accontentatevi di ammirare il singolare edificio dalla strada.(photo credits: Andrea Cherchi)fetta di polenta palazzo Scaccabarozzi - foto Andrea Cherchi palazzo carignano visitare torino gratis
  8. Balon e giro dei mercatini: Torino è la città dei mercati, ve ne abbiamo già parlato in passato. Ogni quartiere ha il suo mercatino in cui, oltre ai prodotti locali, si trovano sempre banchi di abbigliamento e accessori vintage a prezzi stracciati. Il più significativo in materia è sicuramente il Balon, una sorta di Portobello torinese, che si estende per le viuzze del quartiere Aurora. Imperdibile dunque l’appuntamento ogni sabato del mese (per il Gran Balon ogni 2° domenica del mese). NB: come in ogni mercato che si rispetti, tenete stretta borsetta e portafoglio!balon visitare gratis torino fashion bloggers 2
  9. Salire a Superga: Nell’omonimo colle orientale torinese, svetta grandiosa la Basilica di Superga. Fortemente voluta da Vittorio Amedeo II e progettata da Filippo Juvarra è uno dei simboli di Torino. Per una gita suggestiva dall’inizio alla fine, utilizzate la storica tramvia Superga-Sassi. Distogliete poi lo sguardo dalla basilica, dall’alto si gode di un panorama mozzafiato sull’intera città.superga visitare gratis torino fashion bloggers
  10. Il toro rampante portafortuna: Nel pavimento dei portici di una delle piazze più eleganti della città, è raffigurato un toro in bronzo. Presente dal 1930 in Piazza San Carlo, è diventato uno dei portafortuna della città: la leggenda narra infatti che calpestando i suoi attributi, si riceva in cambio prosperità e ricchezza. Voi, nel dubbio, quando passeggiate per il centro, addentratevi nei portici, calcolate bene le distanze e insistete nel punto x, tentar non nuoce 😉 (photo credits: placidasignora.com)toro rampante piazza san carlo visitare gratis torino fashion bloggers

Avete qualcos’altro da suggerirci di aggiungere alla lista? Scriveteci!

About Gemma Contini

Sarda di nascita ma torinese di adozione. Informatica amante del low cost. Portatrice sana di pazienza solo quando girovaga per negozi e mercatini. E’ fermamente convinta che il buongusto e il buonsenso possano salvare il mondo.

9 Comments on Le 10 cose GRATIS da fare a Torino

  1. Visto che la primavera è alle porte ti suggerisco anche la Certosa Reale di Collegno (il portale di ingresso fu progettato da Filippo Juvarra) e The Number 6 in via Alfieri “la casa più bella del mondo”.
    Complimenti per l’articolo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *