Ristoranti Economici Torino

Posti economici dove mangiare a Torino? Scoprite qual è il migliore!Siete alla ricerca di posti economici dove mangiare a Torino per gustare la cucina locale? Scopri la piola più popolare della città!INDICE: Posti economici dove mangiare a Torino? Scoprite qual è il migliore!Quando si parla di Italia, le prime città a cui si pensa sono Roma, Firenze, Venezia, Milano… E questo non sorprende, anche se è un po’ ingiusto nei confronti di altre città più piccole come Bologna o Torino. Da un lato, la prima è la culla della gastronomia italiana, e qui vi spiego perché. Dall’altro, la seconda è la prima capitale italiana. In altre parole, stiamo parlando di una città con più di 2.000 anni di storia e con un patrimonio culturale importante. E, sebbene si possa credere il contrario, trovare posti economici per mangiare a Torino è possibile e ora vi dirò qual è il migliore per farlo.Cercate posti economici dove mangiare a Torino? Scoprite cos’è una piola!Anche se in città troverete tutti i tipi di ristoranti, se volete mangiare come un vero torinese, il posto migliore è una piola. Ma… cos’è una piola? È un piccolo ristorante, di solito a conduzione familiare, che offre piatti tradizionali e vini locali a prezzi accessibili. Anzi, spesso sono così economici che questo tipo di ristoranti sono considerati i migliori posti dove mangiare a buon mercato a Torino.Un tempo, inoltre, la piola era un luogo di incontro dove si mangiava, si beveva e si parlava a tavola in un’atmosfera familiare. Purtroppo, nel corso degli anni questo aspetto è cambiato e oggi le piole hanno adottato il modello di business di un normale ristorante.In ogni caso, se siete alla ricerca di posti economici dove mangiare a Torino, ora che sapete cos’è una piola, potete immaginare perché questi ristoranti sono la vostra migliore opzione. Tra tutti quelli che si possono trovare in città, la Piola da Cianci è forse il più quotato.Piola da Ciancia è uno dei migliori posti economici dove mangiare a Torino.Mangiare economico spesso significa rinunciare alla quantità o alla qualità, ma fortunatamente non è questo il caso. Da Piola da Cianci troverete ottimi piatti a prezzi contenuti. Naturalmente le lunghe code di torinesi e turisti lo testimoniano. Volete sapere perché questo è uno dei migliori posti economici dove mangiare a Torino?Come si descrivono sul loro sito web, questo è un piccolo ristorante non convenzionale con oltre 11 anni di storia. Ad essere onesti, non si preoccupano di accontentare tutti. Anzi, uno degli slogan che definiscono la loro filosofia è ‘per molti ma non per tutti’. In altre parole, o li odi o li ami. Nel nostro caso, siamo decisamente innamorati di Piola da Cianci!Ho già parlato delle lunghe file per mangiare da Piola da Cianci. Come potete immaginare, il giorno in cui abbiamo mangiato lì non ha fatto eccezione. Fortunatamente, l’attesa non è stata troppo lunga perché il ristorante ha molti tavoli all’aperto e lavorano velocemente. A quanto pare, non accettano prenotazioni, quindi dovrete avere pazienza e aspettare il vostro turno. Ma credetemi, ne vale la pena, troverete cibo delizioso ed economico!Se siete già interessati a visitarli, sappiate che si trovano nel centro storico. Per essere più precisi, molto vicino alla cattedrale della città. Ecco una mappa che vi aiuterà a trovarli.PIATTI TRADIZIONALI ALLA PIOLA DA CIANCI.Anche se il menu di Piola da Cianci tende a variare, alcuni piatti rimangono costanti. Naturalmente sono quelli più tradizionali della zona, come il vitello tonnato, i tomini al verde e i tajarin al ragù. Quindi, se volete provare i piatti della tradizione, questo è uno dei migliori posti economici dove mangiare a Torino.Vitello tonnato.Da un lato, il vitello tonnato è a base di carne di manzo accompagnata da una salsa i cui ingredienti principali sono la maionese e i filetti di tonno. Curiosamente, è molto diffuso anche in Argentina e viene consumato solitamente durante le festività natalizie.Ovviamente l’abbiamo assaggiata più volte quando eravamo a Torino. Anche se qualcuno potrebbe essere sorpreso di mangiare carne fredda come antipasto, se vi piace il tonno, lo amerete. Ad essere sinceri, il vitello tonnato di Piola da Cianci è stato il migliore, non solo per il gusto ma anche per il rapporto qualità-prezzo. Assolutamente consigliato!Tomini al verde.Oltre a questo, abbiamo provato anche i tomini al verde, un altro piatto tradizionale. Si tratta di un formaggio fresco di colore bianco e dal caratteristico sapore medio-dolce. Di solito viene accompagnato da una salsa verde preparata con prezzemolo, aglio, acciughe, pane, capperi e olio d’oliva. Se siete dei veri amanti del formaggio, questo è sicuramente un piatto da provare. Onestamente, ci è piaciuto, ma non ci ha nemmeno entusiasmato. A mio parere, in Italia si trovano formaggi molto più buoni di questo.Tajarin al ragù.D’altra parte, non abbiamo perso l’occasione di provare i tajarin al ragù. Come potete vedere, si tratta di una pasta sottile e lunga, la cui forma la colloca tra le tagliatelle e gli spaghetti. Cosa rende questo tipo di pasta così speciale? La ricetta originale richiedeva tra i 30 e i 40 tuorli d’uovo – avete letto bene! Questo la rendeva un piatto perfetto per ogni tipo di celebrazione.Onestamente, è stato il piatto che ci è piaciuto di più alla Piola da Cianci. Era generoso, tenendo conto del prezzo, e aveva un sapore paradisiaco. Era accompagnato da un po’ di grana padano grattugiato, quindi era perfetto. Ci è piaciuta molto!Altre opzioni da ordinare da Piola da Cianci.Inoltre, da Piola da Cianci troverete altre opzioni meno convenzionali ma altrettanto economiche. In questo caso, stiamo parlando degli gnocchi con salsiccia e funghi.Sinceramente, l’ho trovato interessante perché di solito gli gnocchi sono accompagnati da un sugo. In questa occasione, invece, sono stati serviti con una sorta di brodo saporito. È stato uno di quei piatti che, all’inizio, non convincono molto, ma che, man mano che si mangia, piacciono sempre di più. Alla fine, ci è dispiaciuto finirlo. Se ne avessi la possibilità, mi piacerebbe ordinarlo di nuovo.Insomma, se cercate posti economici dove mangiare a Torino, il primo nome a cui dovreste pensare è Cianci. Se tutto quello che vi ho detto finora non vi ha convinto, forse le loro oltre 6.600 recensioni su Google e la loro valutazione di oltre 4,2 stelle potrebbero avere un significato per voi. Ammettono che li si ami o li si odi, e noi li amiamo sicuramente!RIMANERE IN RACCONTO?Non avete trovato la ricetta che cercavate? Avete qualche suggerimento? Volete dirci qualcosa? Non siate timidi! Scriveteci e vi risponderemo appena possibile.12 modi per visitare Torino con un budget limitato: costi giornalieri, offerte per i pasti e consigli per risparmiare.Elegante e sofisticata, Torino ha l’aspetto della capitale reale di un tempo, ma non è necessario spendere un riscatto da regina per godersela.L’offerta gastronomica e ricettiva della città soddisfa tutte le tasche e, sebbene i prezzi degli hotel aumentino durante le fiere commerciali e gli eventi culturali, raramente raggiungono i livelli delle destinazioni italiane più conosciute, anche durante i mesi di punta della primavera e dell’autunno. Ecco come vivere Torino senza spendere troppo.Ricevi informazioni sulle destinazioni di tutto il mondo con la nostra newsletter settimanale che ti viene recapitata nella tua casella di posta.Il modo più economico per arrivare a Torino.Se volate dall’Europa, dovreste essere in grado di ottenere una tariffa decente per Torino. I vettori low-cost servono l’aeroporto di Torino Caselle da città di tutto il continente e da altri aeroporti italiani. Da Caselle, un bus navetta (7 euro) porta al centro della città.In alternativa, si può volare all’aeroporto di Bergamo Orio al Serio o a quello di Milano Malpensa, entrambi a circa due ore di autobus.Torino è ben collegata anche con la ferrovia, con treni da/per Roma e le città del nord Italia, oltre a destinazioni in Francia. La stazione ferroviaria principale della città è la Stazione Porta Nuova, a 10 minuti a piedi da Piazza San Carlo e dal centro storico.I quartieri migliori per un soggiorno economico.Il vivace quartiere Salvario è una buona scommessa per i viaggiatori economici. A poca distanza dal centro, è una zona vivace e multiculturale, ricca di bar, club e alloggi a prezzi accessibili. Uno di questi è l’eccellente Tomato Backpacker Hotel.Altre zone da provare sono Vanchiglia e Aurora. A nord del centro storico, queste sono zone emergenti con un’atmosfera alla moda ed energica e una scelta di alloggi a basso costo, come l’accogliente San Giors, a conduzione familiare.Molte attrazioni sono facilmente raggiungibili a piedi nel centro di Torino © AleksandarGeorgiev / Getty Images.Risparmiate sui mezzi pubblici ed esplorate il centro a piedi.Non è necessario spendere per i trasporti se si rimane in centro. Avrete le principali attrazioni turistiche a portata di mano e molti bar, caffè, ristoranti e trattorie facilmente raggiungibili a piedi.I trasporti pubblici entrano in gioco solo se si rimane fuori dal centro o se si vuole esplorare più lontano. I biglietti singoli per gli autobus e i tram costano 1,70 euro oppure esiste una selezione di abbonamenti che costano 4/7,50/10 euro per 24/48/72 ore.Girate la città al prezzo di un biglietto del tram.Se il tempo a disposizione è poco e si desidera una rapida panoramica della città, si può prendere il tram numero 7. Questo servizio, attivo nei fine settimana e nei giorni festivi, permette di visitare le principali attrazioni della città, tra cui la Cattedrale di San Giovanni Battisti e Piazza Castello, mentre percorre un itinerario attraverso il centro. E soprattutto, costa solo 1,70 euro, il prezzo di un normale biglietto del trasporto pubblico. Il servizio è attualmente sospeso a causa delle restrizioni del COVID-19, ma dovrebbe riprendere a breve.Visitate le chiese gratuitamente.Godetevi le belle arti nelle chiese di Torino. La maggior parte è a ingresso libero e molte vantano un’arte e un’architettura epiche. Tra queste spiccano la barocca Real Chiesa di San Lorenzo e la Cattedrale di San Giovanni Battisti, la cattedrale rinascimentale della città e ultimo luogo in cui riposa la Sindone di Torino.I musei italiani sono visitabili gratuitamente la prima domenica del mese © Tara Van Der Linden Photo / Shutterstock.Visitare i musei gratis la prima domenica del mese.Se decidete bene il momento della visita, non dovrete spendere un centesimo per visitare Palazzo Reale e i Musei Reali. I musei sono gratuiti la prima domenica del mese nell’ambito dell’iniziativa Domenica al Museo. Ma anche se l’ingresso è gratuito, è necessario prenotare il biglietto online sul sito di ciascun museo.È gratuito anche Palazzo Carignano, sede del primo Parlamento italiano e del Museo Nazionale Risorgimento Italiano, dedicato all’Unità d’Italia.Risparmiate sulle visite turistiche con un city pass.Se volete visitare le principali attrazioni di Torino, prendete in considerazione la Torino + Piemonte Card. Disponibile presso l’ufficio turistico – sia online che di persona – offre l’ingresso gratuito o scontato a una serie di musei di alto profilo, tra cui Palazzo Reale, il Museo Egizio e il piacevole Museo Nazionale del Cinema. Si può contare su 29/38 euro per le versioni da 24/48 ore.Unitevi alla gente del posto nel parco.Godersi i parchi verdi di Torino non costa nulla. Sulla sponda occidentale del fiume Po, Parco Valentino è uno dei luoghi preferiti della città. Gli abitanti del luogo si affollano qui per passeggiare, fare jogging e andare in bicicletta sui suoi sentieri lungo il fiume e per rilassarsi sulle sue rive erbose. All’estremità sud-orientale si trovano il Castello del Valentino, un tempo residenza reale dei Savoia, e il Borgo Medievale, una riproduzione del XV secolo che piace ai bambini.Acquistate un pranzo economico nel mercato dei prodotti freschi di Torino e poi fate un picnic nel parco © CatwalkPhotos / Shutterstock.Fate scorta di prodotti essenziali per il picnic al mercato.Per fare la spesa, dirigetevi verso il mercato di Porta Palazzo. Non c’è che l’imbarazzo della scelta tra le numerose bancarelle di cibo, ma per un classico dei picnic, comprate un panino e fatelo farcire con affettati e/o un’abbondante fetta di formaggio. La frutta fresca di stagione è poi un dessert delizioso e facile da trasportare.Trovate menu a prezzo fisso per il pranzo e offerte vantaggiose per la cena.Molti ristoranti, caffè e trattorie di Torino offrono menù a prezzo fisso per il pranzo. In genere al costo di 10-15 euro, questi menu comprendono un primo (un piatto di pasta o riso) e/o un secondo (un piatto di carne o pesce) a scelta, oltre ad acqua e caffè.La sera si può risparmiare con l’apericena. Questo aperitivo-cena (cena) viene servito nei caffè di tutta la città dalle 18.00 alle 20.00 o alle 21.00 circa. Per circa 8-15 euro potrete scegliere un drink e una selezione di piatti da un buffet o da un menu specifico.Bevete un caffè come un locale, in piedi al bar.Un caffè veloce al bar è parte integrante della vita italiana. Per farlo come un professionista, prendete il vostro espresso – che è quello che otterrete se chiedete un caffè – in piedi al bar. In questo modo sembrerete dei veterani e risparmierete denaro: nel momento in cui vi sedete al tavolo, il prezzo del caffè aumenta esponenzialmente.Fate il pieno d’acqua gratis.Soddisfate la vostra sete facendo il pieno d’acqua in una delle centinaia di fontanelle verdi disseminate in tutta la città. Questi elementi della città, tutti sormontati da una caratteristica testa di toro, sono conosciuti localmente come torèt , o ‘piccoli tori’ in dialetto piemontese.Una guida ai costi giornalieri a Torino.Camera d’ostello: 25-30 € Camera base per due persone: 50-70 € Biglietto dei trasporti pubblici: 1,70 € Ingresso al museo: 5-15 € Bicerin (classica bevanda torinese a base di cioccolata calda): 3,50-7,50 € Gelato: 2,50-5 € Apericena: 8-15 € Cena per due: 25-30 € Cocktail al bar: 5-15 €.Acquista Esperienza Italia.Experience Italy di Lonely Planet è la vostra guida alle esperienze indimenticabili e alle sorprese locali. Imparate a vogare a Venezia, esplorate i palazzi di Torino e scoprite spiagge nascoste e isole lussureggianti sulla Costiera Amalfitana, il tutto guidato da esperti locali con prospettive nuove.I migliori ristoranti di Torino per chi visita la città per la prima volta.La cucina torinese è ricca di gusto e sofisticata. Come nel resto della regione Piemonte, ha un forte legame con la tradizione rurale e allo stesso tempo con le raffinate esigenze dei palazzi reali. A tutto questo si aggiunge l’influenza della gastronomia francese. Scoprite qui dove trovare i migliori ristoranti di Torino per gustare i piatti tradizionali, il cioccolato più buono e un delizioso aperitivo.Alcuni dei piatti da provare a Torino sono il vitel tonné (fettine di vitello arrosto con salsa tonnata), la bagna cauda all’aglio con acciughe, lo sformato di verdure, gli agnolotti ripieni, la cacciagione in civet (selvaggina cucinata con vino rosso, funghi e spezie).Se siete golosi, le deliziose torte e il cioccolato torinese vi perseguiteranno per tutto il viaggio. Non perdetevi i baci di dama, gli amaretti, i marron glacés, la crema di gianduia e naturalmente un bicchiere di bicerin!LEGGI ANCHE: Primo viaggio nel Nord Italia? Scopri la nostra guida alle cose più importanti da fare a Torino.Indice dei contenuti.I migliori ristoranti di Torino per chi viene per la prima volta.Dai piatti della tradizione piemontese e torinese all’economica ‘piola’ (trattoria torinese), qui troverete alcuni dei migliori ristoranti di Torino per soddisfare ogni palato e ogni budget.Antica Bruschetteria Pautasso, uno dei migliori ristoranti di Torino per la cucina tradizionale.Uno dei nostri ristoranti preferiti a Torino è l’Antica Bruschetteria Pautasso. Potrete ordinare piatti della tradizione torinese o piatti più contemporanei, godendovi l’atmosfera accogliente e le luci soffuse.Sono particolarmente famosi per la tipica bagna cauda all’aglio (la fanno anche senza aglio) e per una buona ragione. Qui viene servita con un grande piatto di verdure fresche di stagione da intingere. Io amo l’aglio, quindi probabilmente ero prevenuta, ma il piatto era assolutamente paradisiaco. Non c’è da stupirsi che questo sia uno dei piatti che rendono famoso questo ristorante di Torino tra i locali.Abbiamo assaggiato anche un altro piatto della cucina tradizionale torinese, il vitel tonné, che consiste in sottili fette di vitello servite su una salsa a base di maionese e tonno tritato finemente. Anche questo era eccellente.Visto che era stagione, ho preso dei fantastici gnocchi di barbabietola su salsa di zucca ed erba cipollina, mentre mio marito ha ordinato un brasato di vitello piemontese perfetto.Poiché tutti i piatti che abbiamo provato erano succulenti e deliziosi, non esitiamo a consigliarlo e a tornarci la prossima volta che saremo a Torino.Il menu dell’Antica Bruschetteria Pautasso offre anche opzioni vegetariane e vegane. I piatti sono realizzati con ingredienti di provenienza locale, provenienti dalla campagna piemontese, e la carta dei vini comprende principalmente vini e cantine piemontesi.⇒ Indirizzo: Piazza Emanuele Filiberto 4/h; aperto tutti i giorni 12.30-14.30 e 20.00-21.00 (molto frequentato, si consiglia la prenotazione); telefono: +39 011 4366706; sito web: www.pautasso.it.Da Cianci Piola Caffè, dove mangiare a Torino con un budget limitato.Se siete alla ricerca di un pasto molto economico nel centro di Torino, la scelta migliore è quella di prendere un tavolo in una delle piole torinesi. Questi ristoranti rustici sono molto popolari, soprattutto tra gli studenti, perché sono super economici e servono comunque deliziosi piatti tradizionali.Il Da Cianci Piola Caffè è un ristorante economico popolare a Torino per molte ragioni. Prima di tutto, è uno dei preferiti grazie alle sue appetitose ricette tradizionali servite in porzioni piuttosto generose. I suoi prezzi molto economici giocano un ruolo importante nel renderlo popolare tra gli studenti e i giovani. Infine, ma non meno importante, la sua posizione esclusiva nel centro della città lo rende una tappa facile per gli abitanti e i turisti.Appena arrivati, il fatto di vederlo così affollato di gente del posto ci ha subito rassicurato. Abbiamo preso un tavolo all’aperto e abbiamo iniziato a sbirciare il menu.Il nostro pasto è iniziato con un fantastico sformato di cavolfiore su fonduta di formaggio. L’antipasto è stato seguito dai tipici tajarin per me e dall’agnello con patate per mio marito. Abbiamo concluso la nostra cena economica a Torino con una deliziosa mousse di pesca come dessert.I prezzi qui vanno dai 4 euro degli antipasti ai 5-6 euro dei secondi piatti, siano essi di pasta o di carne, e dai 2 ai 3 euro per il dessert.⇒ Indirizzo: Largo IV Marzo 9/b; aperto tutti i giorni a pranzo e a cena; tel: +39 011 569 0425.Beerba, perfetto per un aperitivo a Torino.State certi che non lascerete il Beerba affamati. Per un delizioso aperitivo torinese e una cena a buffet, questo piccolo e accogliente gastropub nel quartiere di San Salvario è un’ottima scelta.Offre un menu diverso ogni sera, prezzi accessibili, un buffet illimitato che rende felici sia i vegetariani che i non vegetariani con pizze, lasagne, verdure al forno, pasta, torte e salumi.Quando il cibo finisce, dalla cucina escono sempre nuovi vassoi. Ricette sempre diverse per ogni gusto e preferenza.Abbiamo apprezzato anche i loro squisiti cocktail, sia alcolici che analcolici. Gli appassionati di birra possono ordinare una birra artigianale servita alla spina.⇒ Indirizzo: Via Sant’Anselmo 13/b; aperto tutti i giorni dalle 18.30 alle 13.30; per prenotare (consigliato), chiamare il +39 339 2184 3133.Monferrato, ristorante torinese di cucina regionale.Per la cucina tipica piemontese, un altro ristorante torinese da provare è il Monferrato. Il locale, che propone ricette tradizionali dal 1820, ha acquisito quasi lo status di istituzione a Torino.La sua posizione esclusiva in una via pedonale del quartiere di Borgo Po, vicino alla chiesa della Gran Madre, lo rende uno dei locali preferiti da residenti e turisti alla scoperta dei sapori regionali.Il menu cambia spesso, alcune ricette cambiano quotidianamente, soprattutto perché i piatti sono realizzati con prodotti di stagione. Così, a seconda del mese, si possono trovare prelibatezze a base di asparagi, tartufi, funghi porcini e altro ancora. La pasta fresca fatta in casa e i dolci preparati quotidianamente aggiungono un tocco di classe a un ottimo menu.Pur non essendo un locale economico, i prezzi non sono eccessivi. Gli antipasti si aggirano intorno ai 10-14 euro, i primi piatti si aggirano intorno ai 10-12 euro e i secondi piatti possono costare dai 15 ai 20 euro.⇒ Indirizzo: Via Monferrato 6; aperto dal lunedì al sabato a pranzo e a cena, chiuso la domenica; telefono: +39 011 8190661.Tre Galline, uno dei più antichi ristoranti torinesi.Antico ristorante torinese, Tre Galline sostiene di servire i piatti della tradizione da circa 500 anni. È sicuramente considerato uno dei migliori ristoranti di Torino e la sua posizione centrale lo rende facile da raggiungere e una piacevole sosta dopo le nostre visite turistiche.Qui le ricette storiche sono servite con il tocco personale dello chef e realizzate con ingredienti stagionali di qualità. Questo è sicuramente uno dei ristoranti di Torino da provare se è il vostro primo viaggio e volete assaggiare la cucina locale.I prezzi sono leggermente più alti rispetto alla media dei ristoranti torinesi, ma la qualità del cibo li giustifica.Le ricette cambiano a seconda della stagione, ma alcuni classici sono sempre disponibili. Nel menu la ricotta di seirass piemontese, la tartrà alle erbe e il coniglio alla piemontese sono tra gli antipasti (prezzo 12-15 euro), e gli agnolotti tradizionali, la crema di asparagi e il risotto al pesto tra i primi piatti (prezzo 13-15 euro).I secondi piatti comprendono piatti come lo spezzatino misto, l’agnello con verdure, il trancio di pesce come il dentice. I prezzi per queste portate variano da 18 a 28 euro.⇒ Indirizzo: via G. Bellezia, 37; aperto dal lunedì al venerdì dalle 7.45 alle 10.30, sabato dalle 12.30 alle 14.15 e dalle 19.45 alle 23.00, domenica a pranzo da ottobre a fine maggio. Chiuso il 25 e 26 dicembre e dall’8 al 15 gennaio; tel: +39 011 436 6553.Solferino, uno dei migliori ristoranti torinesi.Famoso per la carne cruda di Fassona, Solferino è un altro locale storico e uno dei migliori ristoranti del centro di Torino. I piatti della tradizione sono sempre disponibili, con gli stufati misti e il fritto misto di frattaglie molto apprezzati in inverno, mentre l’estate offre diverse prelibatezze realizzate con prodotti di stagione.Da non perdere uno dei piatti impreziositi dal raro tartufo bianco, sia esso sopra i tajarin all’uovo, il risotto o la crema di fonduta.I prezzi non sono tra i più economici, ma sono accessibili e ne vale la pena per un ottimo pasto tradizionale torinese. Gli antipasti si aggirano tra gli 11 e i 15 euro, i primi piatti tra i 9 e i 15 euro, i secondi piatti tra i 15 e i 22 euro.⇒ Indirizzo: Piazza Solferino 3; aperto tutti i giorni dalle 12.15 alle 14.30 e dalle 19.30 alle 22.30; telefono (prenotazione consigliata): +39 011 535851.Ristorante Consorzio, ristorante tradizionale torinese.Centralissimo e frequentatissimo per la qualità dei suoi piatti tradizionali e l’invitante scelta di dolci, il Ristorante Consorzio è sempre alla ricerca di ingredienti di alta qualità, verdure perdute e prodotti locali, erbe spontanee, grande valorizzazione e uso delle frattaglie e un’ottima carta dei vini.Qui la gastronomia torinese incontra la storia della città, crocevia di culture e popoli. Ed è così che si ha un menu che accoglie influenze straniere, soprattutto dalla Catalogna, e prodotti locali di altre regioni italiane.Tra i primi piatti si ha un’ampia scelta tra gnocchi, agnolotti, risotti, zuppe, mentre tra i secondi si trovano il brasato di Fassona, la lingua di vitello, la faraona croccante.I prezzi variano da 10 a 14 euro per gli antipasti, da 11 a 14 per i primi piatti, da 15 a 20 per i secondi. Viene proposto anche un menu degustazione completo di due antipasti, un primo e un secondo piatto più il dessert a 35 euro.⇒ Indirizzo: Via Monte di Pietà 23; aperto tutti i giorni a pranzo e a cena, chiuso sabato a pranzo e domenica; telefono: +39 011 276 7661.I posti migliori per il cioccolato e il Bicerin a Torino.Torino è famosa anche per il suo cioccolato, quindi se siete golosi non perdetevi la cioccolateria Guido Gobino La Bottega in Via Lagrange 1, non proprio economica (le loro piccole delizie da asporto costano 100€/kg), ma davvero paradisiaca. Inoltre, per un’esperienza tradizionale torinese, gustate un bicerin, tipica bevanda a base di caffè, cioccolato e crema di latte.Dove trovare il miglior bicerin di Torino? Provatelo al già citato Guido Gobino, alla Pasticceria Stratta nella bellissima Piazza San Carlo, e ovviamente Al Bicerin (Piazza della Consolata 5), storico caffè dove è stata inventata questa deliziosa bevanda.LEGGI TUTTO: Consultate il nostro articolo per saperne di più sul bicerin di Torino, sulla sua storia, su come viene prodotto e su dove trovare il migliore.

Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: